Chiamaci
02 3823 8784
Orari
lun-ven: 9:00-19:30
sab: 9:00-13:00
Dieta senza glutine Pioltello

Sensibilità al glutine: come riconoscere che non è allergia

Sotto l’ombrello del termine “disordini glutine-correlati” sono comprese tutte le condizioni provocate dal consumo di alimenti contenenti tale sostanza.

La sensibilità al glutine non celiaca (NCGS, Non Celiac Gluten Sensitivity), descritta per la prima volta all’inizio degli anni ‘80, è una condizione caratterizzata da sintomi intestinali ed extra-intestinali provocati dall’introduzione di glutine con la dieta, non attribuibili a malattia celiaca o allergia al grano.

Recenti evidenze indicano un ruolo nella NCGS anche di altre proteine del grano,
come gli inibitori della amilasi-tripsina e dei FODMAPs (Fermentable Oligo-Di- and
Monosaccharides and Polyols) contenuti nella dieta. Il meccanismo alla base della NCGS è un’alterazione innata dell’immunità.

I numeri della NCGS

Non considerando i casi ben definiti di malattia celiaca, il 20-45% degli adulti che auto-segnalano una ipersensibilità alimentare attribuisce al glutine il ruolo di fattore scatenante i sintomi.

  • I soggetti più a rischio sono giovani adulti e donne
  • Sono affette da NCGS da 1 a 6 persone su 100

I sintomi della NCGS

  • SINTOMI GENERALI
    Cefalea
    Dolori muscolari
    Stanchezza cronica
  • SINTOMI COMPORTAMENTALI
    Depressione
    Ansia
    Iperattività
  • SINTOMI CUTANEI
    Eczema
    Eritema
  • SINTOMI GASTROINTESTINALI
    Diarrea
    Dolori addominali
    Flatulenza
    Gonfiore addominale
    Nausea
    Stipsi

Quando sospettarla

La NCGS può essere sospettata quando la sintomatologia scompare con l’esclusione del
glutine dalla dieta e ricompare entro ore o giorni dopo la sua reintroduzione.

Come diagnosticarla

La diagnosi di NCGS al momento è solo una diagnosi di esclusione, caratterizzata dalla
negatività degli anticorpi specifici della malattia celiaca, o degli anticorpi associati
all’allergia al grano e dall’assenza delle lesioni della mucosa duodenale, caratteristiche
della malattia celiaca.

E per il trattamento?

Il trattamento è lo stesso della malattia celiaca o dell’allergia al grano, ovvero
l’eliminazione del glutine dalla dieta, ma va iniziato solo dopo una accurata diagnosi.
Generalmente, la scomparsa dei sintomi avviene in pochi giorni. Non è ancora noto per
quanto tempo il glutine deve essere escluso dalla dieta, ma sembrerebbe necessario un
periodo di tempo inferiore ad 1-2 anni.

Fonte: Momento Medico

Call Now ButtonChiama ora