Chiamaci
02 3823 8784
Orari
lun-ven: 9:00-19:30
sab: 9:00-13:00

Dieta mediterranea: antiinfiammatoria e con effetti neuroprotettivi

Non è di certo nuova la scoperta sui benefici della dieta mediterranea, per la precisione, risale ben agli anni ’50 quando Ancel Keys (nutrizionista americano) notò che le popolazioni mediterranee erano meno attaccate da malattie metaboliche e cardiovascolari rispetto ai suoi concittadini.

Da allora sono numerosissimi gli studi che confermano la base di un’alimentazione sana ed equilibrata. Oltre che a livello vascolare, la dieta è in grado di indurre effetti antiinfiammatori, con possibili effetti neuroprotettivi.

Proprio su questo, è stato creato un nuovo regime alimentare chiamato “Mind” (Mediterranea-Dash intervention for neurodegenerative delay), che da primissimi studi sembrerebbe in grado di ridurre il rischio di malattie degenerative.

Quali sono gli alimenti presenti? Prevalentemente verdure a foglia verde, frutta secca, frutti di bosco, fagioli, cereali integrali, pesce, pollame, olio di oliva e vino: tutti con effetti antiossidanti quindi.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di San Francisco, ha studiato un campione formato da 5907 anziani, soffermandosi sulle abitudini alimentari e le abilità cognitive, in particolare memoria e attenzione per verificare in maniera sistematica l’impatto a lungo termine della dieta mediterranea sullo sviluppo delle malattie neurodegenerative.

In base a questo studio, chi si approcciava alla dieta mediterranea o Mind, aveva migliori risultati nei test: addirittura un rischio minore del 35% di sviluppare deficit cognitivi e malattie neurodegenerative.

Fonte: harmonia mentis

Call Now ButtonChiama ora