Chiamaci
02 3823 8784
Orari
lun-ven: 9:00-19:30
sab: 9:00-13:00

A spasso tra frutta e verdura

Frutta e verdura sono molto importanti per la nostra dieta (dal greco modo di vivere). Alla base della piramide alimentare, contribuiscono a rifornirci di un notevole apporto d’acqua, fibre, sali minerali e vitamine. Ognuno di loro ha un carico di sostanze benefiche per l’ottimale funzionamento dell’organismo.

1401795_11921462

5 a day, cinque porzioni al giorno è stata una delle campagne più recenti e importanti a livello mondiale. Già nel motto c’è gran parte del messaggio: 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, ma cosa s’intende per porzione? Una porzione corrisponde a un frutto o un ortaggio di grandezza media: una mela, un’arancia, un pomodoro o l’equivalente di 2 o più frutti piccoli (due kiwi, sette fragole, una manciata d’uva o una tazza d’insalata) o una fetta di frutta grande (melone, anguria ecc).

Per acquisire tutti i principi nutritivi è sufficiente variare. Consumare frutta e verdura cromaticamente diversa ci permette di sfruttare tutte le proprietà terapeutiche esistenti in natura. Ci sono 5 classi di colori, con sostanze diverse e funzionalità specifiche:

  • Giallo arancio: ricche di carotenoidi, vitamina c e flavonoidi, aiutano il sistema immunitario.
  • Rosso: ricche di licopene e antocianine, migliorano le prestazioni dell’apparato digestivo e respiratorio.
  • Bianco: polifenoli, flavonoidi, selenio e composti solforati (in aglio e cipolla principalmente); promuovono l’omeostasi.
  • Verde: contengono clorofilla, magnesio, acido folico e luteina. Frutta e verdure verdi hanno proprietà depurative e disintossicanti.
  • Viola blu: antocianine, carotenoidi, vitamina C, magnesio e potassio; migliorano l’elasticità e la funzionalità dei vasi sanguigni e rallentano l’invecchiamento cellulare.

phonedoscope and juice

Non in tutte le stagioni troviamo gli stessi frutti, questo perché la natura ha i suoi ritmi. Nella medicina alternativa si crede che rispettare la stagionalità oltre a garantire un prodotto più ricco di nutrienti (micro e macro) possa servire anche per la nostra salute. Mi spiego meglio. Ad esempio durante l’inverno abbiamo bisogno di alimenti che possano stimolare le difese immunitarie, gli agrumi ricchi di vitamina c svolgono proprio questa funzione e secondo la medicina alternativa (e ormai anche quella tradizionale) la natura ci offre questi frutti proprio in prossimità della stagione fredda per sfruttarne al meglio le loro qualità. Piuttosto che le erbe amare (cicorie, tarassaco, catalogna) siano presenti nel cambio di stagione tra inverno e primavera, il periodo migliore per disintossicarci dalle scorie accumulate nella stagione fredda.

Purtroppo alcune vitamine sono molto fragili, possiamo perderle ad alte temperature o con cotture prolungate. Per mantenere al meglio ogni sostanza scegliamo un metodo di cottura non troppo aggressivo vanno benissimo le cotture a vapore, se le dovessimo utilizzare lessate, basterà impiegare poca acqua (giusto a coprire la nostra verdura).

488989_36880815

Se invece dovessimo fare una spremuta d’arancia, consumiamola appena fatta ci garantirà lo stesso apporto di vitamina C del frutto fresco.

Consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, ci garantisce quindi l’apporto di numerosi nutrienti per mantenere il nostro stato di salute ottimale. Per far incetta delle loro proprietà benefiche rispettiamo la stagionalità che ci impone la natura e scegliamo sempre vegetali diversi. Varietà è la parola “principe” per l’alimentazione e soprattutto per frutta e verdura.

Fonte: Dott.sa Emma Storino Dietista 

Call Now ButtonChiama ora